365 giorni, Libroarbitrio

La funzione – Subsonica

 

Dammi, lo spazio e il tempo
o anche solo un frammento della tua attenzione,
perchè possa colpirti, sedurti,
averti,
in concatenazione di causa effetto,
di un fascino perfetto.

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offri
Niente esitazioni no
non ci sono incognite
Tu mi ascolti, poi ti offrirai

Dammi lo spazio e il tempo
o appena un argomento di conversazione,
con cui possa sfiorarti, lambirti, insidiarti,
con algido distacco appena
un estratto per catturarti viva

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offri
Niente esitazioni no
non ci sono incognite
Tu mi ascolti, poi ti offri

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offrirai

Ma se parli d’affetto
Ma se parli d’affetto,
Mi avvalgo della facoltà di non comprendere
Ma se parli d’affetto,
Mi avvalgo della facoltà di non comprendere

La funzione è semplice,
la variabile non c’è
Tu mi ascolti, poi ti offrirai..

 

365 giorni, Libroarbitrio

“Nuova ossessione” Subsonica

Tutto si muove, non riesco a stare fermo
tremando ti cerco in tutti i canali.
È alta tensione ma senza orientamento
sbandando ti seguo in tutti i segnali.

Fuori controllo e ormai mi pulsi dentro
sento il contagio di un’infezione.

Senza ragione disprezzo ogni argomento,
ogni contatto, ogni connessione.

Ti cerco perché sei la disfunzione,
la macchia sporca, la mia distrazione,
la superficie liscia delle cose,
la pace armata, la mia ostinazione.

Nuova ossessione che brucia ogni silenzio
dammi solo anestetici, sorrisi e ancora
nuova ossessione corrodi ogni momento
sei la visione tra facce da dimenticare.

Nuova ossessione e ormai ci sono dentro
dammi solo anestetici, sorrisi ed una
nuova ossessione perché mi trovo spento
senza illusioni tra facce da dimenticare

Senza frizione piloti il mio tormento
sbandando ti cerco in tutti i canali.
Fuori visione dirotti il mio buonsenso,
non c’è più pace o consolazione.

Ti cerco perché sei la disfunzione,
la macchia sporca, la mia distrazione,
la superficie liscia delle cose,
la pace armata, la mia insurrezione.

Nuova ossessione che brucia ogni silenzio,
dammi solo anestetici sorrisi e ancora
nuova ossessione corrodi ogni momento
sei la visione tra facce da dimenticare.
nuova ossessione e ormai ci sono dentro,
dammi solo anestetici sorrisi e una
nuova ossessione perché mi trovo spento
senza illusioni tra facce da dimenticare.

Oggi il suo futuro anteriore trasmette
solo prospettive allarmanti
e in casa la rinchiuderà,
sintonizzato su ossessioni imperanti.

Oggi il suo diagramma del cuore
è schermo piatto in nebulose stagnanti:
forse è così che resterà
o forse sta per decollare e inventarsi una
nuova ossessione che brucia ogni silenzio,
dammi solo anestetici sorrisi e ancora
nuova ossessione corrodi ogni momento
sei la visione tra facce da dimenticare.

Nuova ossessione e ormai ci sono dentro,
dammi solo anestetici sorrisi e una
nuova ossessione perché mi trovo spento
senza illusioni tra facce da dimenticare.

Nuova ossessione
Nuova ossessione
Nuova ossessione

Sei la visione tra facce da dimenticare
nuova ossessione e ormai ci sono dentro
dammi solo anestetici sorrisi ed una
nuova ossessione perché mi trovo spento
senza illusioni tra facce da dimenticare.