365 giorni, Libroarbitrio

“Verso l’alto” L.L.

Petit Lié

S’io toccando con la punta delle dita giocosi fantasmi e sfavillanti i raggi del sole toccassi Lui.

S’io mirando lo sguardo al mare di cielo bianco soffice come la nebbia nei sogni mirassi Lui.

S’io abbracciando morbidi stormi di foglie d’edera aggrovigliate a cortecce d’alberi abbracciassi Lui.

S’io baciando lacrime di tramonti lungo distese purpuree baciassi Lui.

S’io arrivando al precipizio del pensiero dell’attimo arrivassi a Lui.

Mi getterei.

Verso l’alto

dove Lui dimora

tra le onde dell’aria e la spuma delle nuvole.

L.L.

365 giorni, Libroarbitrio

“Il castello sul mare” Ludwig Uhland

Magritte Il castello dei Pirenei

Hai visto il castello,
l’alto castello sul mare?
Sopra corrono
nuvole d’oro e rosate.
Vorrebbe piegarsi sull’onda,
chiara come uno specchio,
levarsi sopra il fuoco delle nubi
serali, superbo e fiero.
Io ho visto l’alto
castello sul mare,
sopra nel cielo la luna
e intorno la nebbia.
Il vento del mare, le onde,
non fecero un’eco vivace?
Non hai sentito dagli alti anfratti
un canto festoso, un suono di arpe?
Le onde, i venti,
in una grande pace.
Dall’atrio del castello
ho udito un canto
lamentoso fra le lacrime.