.LaRossa. – di Lié Larousse per l’opera pittorica di Antonio Conte

.la vedi, sai guardarla, fuori dal corpo le scivola l’anima incandescente ai piedi della notte in un’ombra iridescente per impossessarsi di tutto di tutti, d’altro e dell’altrove, d’altronde, sorridi perché di lei t’accarezza ancora il pensiero eccitato come soffia leggero il vento al tratto attratto sulla tua tela i suoi colori scolpisci il ricordo tanto […]

essere una musa – Jake Matthews

una volta ero mora sono stata amata sono stata scopata hanno scritto di me sangue cuore e sperma hanno inciso il mio corpo poi sono stata rossa ho ispirato poeti fotografi scrittori hanno scritto romanzi saggi e innumerevoli poesie il colore dei capelli non contava nulla arrivavano artisti da tutto il mondo per guardarla mentre […]

.l’ispirazione dei poeti. – Lié Larousse

.cari poeti che mi lasciate interdetta non riesco a capire aiutatemi voi se sei mora o bionda allora sei una gran fica a priori? una dea una musa una ninfetta che merita nota e cascate d’inchiostro e lacrime di sangue e fango e struggimenti per i vostri racconti? ma se il pelo è ramato nessun […]

“Dogus – Rinascita” di un anonimo combattente e detenuto curdo

I veleni degli occupanti non giungono a lordare la caverna della libertà. Il mio cuore è un sacrario illuminato dal sole. Nel mio cuore c’è spazio per tutto il sole per tutto il mare per il mio popolo. E’ libertà il monte Cudi e gli Zagros sono libere vette del Herekol e del Munzur. Un […]

“Al mare canto” Shakespeare

Coloro che sono i favoriti  delle stelle si vantino di pubblici onori e titoli superbi mentre io, cui fortuna simili trionfi nega, gioisco in disparte di ciò che più onoro tu sei tutta la mia arte, e innalzi in alto sapere la mia rozza ignoranza, e come può mancare alla mia Musa l’invenzione finché tu […]

“La mia Bohème” Arthur Rimbaud

Me ne andavo, coi pugni nelle tasche sfondate, il mio paltò così diventava ideale; andavo sotto il cielo, o Musa, a te leale. Oh amori splendidi e sognanti! I miei unici calzoni avevano uno strappo. – Pollicino sognante, sgranavo rime nella corsa. Il mio albergo era all’Orsa Maggiore. – Dolce era il fruscio delle mie […]

Saffo

“Alcuni la dicono figlia di Simeone, o di Camone, o di Eutarco; altri, infine, di Scamandrònimo. Nativa di Ereso, in Lesbo, poetessa lirica, nata verso il 630 a.C., nell’epoca del grande  Alceo, poeta anch’esso che la soprannominò “Usignolo”. Andò sposa a Cèrcila, un uomo molto ricco. Ma esistette anche una Saffo, nativa di Mitilene, in […]

Arthur Rimbaud: rimando “La mia Bohème”

Roma 20 giugno 2013 La mia Bohème – Fantasia – Me ne andavo, coi pugni nelle tasche sfondate, eppure il mio paltò diventava ideale; Andavo sotto il cielo cielo, mia Musa, a te leale; amorose avventure, magnifiche e sognate! Nei miei soli calzoni un buco s’allargava. – Sognante Pollicino, sgranavo nella corsa rime. La mia […]