365 giorni, Libroarbitrio

Lorenzo Lippi: Il Malmantile racquistato

Roma 16 aprile 2013

Personaggio esuberante e bizzarro, Lorenzo Lippi è noto soprattutto per il poema burlesco Il Malmantile racquistato. Il poema, con un gusto per la comicità e la parodia, offre uno spaccato immaginifico e realistico della vita quotidiano del 1600, resa grazie alla passione per il dettaglio.

La storia narrata diventa pretesto per creare situazioni comiche e divertire il lettore.

L’usurpatrice Bertinella  ha privato Celidora del regno di Malmantile. Costei, con l’appoggio di Marte e Bellona, ricorre all’aiuto del cugino Baldone per riconquistare il feudo, vincendo le diaboliche arti della strega Martinazza.

Alla vicenda principale si aggiungono alcune brevi novelle, in cui il Lippi rivela tutto il suo gusto per l’aneddoto.

Il linguaggio è vivace e colorito, modellato sulla lingua del popolo e quindi ricco di proverbi ed espressioni gergali.

La stesura definitiva dell’opera è pubblicata postuma, nel 1676, a cura di Giovanni Cinelli, con lo pseudonimo di Perlone Zipoli.

Oltre che scrittore Lippi è anche ottimo pittore ed eccellente ritrattista.

Grazie alle sue molteplici sfaccettature artistiche entra in servizio presso la corte dell’arciduchessa Claudia de’ Medici, ad Innsbruck. Sarà proprio a quest’ultima Il Malmantile dedicato.

A domani

LL