#IOLEGGO E TU?

Un giorno Alice arrivò ad un bivio sulla strada e vide lo Stregatto sull’albero: – “Che strada devo prendere?” chiese. La risposta fu una domanda: – “Dove vuoi andare?” – “Non lo so”, rispose Alice. – “Allora, – disse lo Stregatto – non ha importanza”. Potrai anche non sapere dove andare, ma saprai con certezza […]

D’amore e libertà – Jacques Prévert

Era estate Ero nuda tra le sue mani sotto la gonna alzata nuda come non mai Il mio giovane corpo era tutto una festa dalla punta dei miei piedi ai capelli sulla testa Noi facevamo il male il male era fatto bene.

BELLI VERI PER DAVVERO – Lié Larousse

.ecco sì, è così gli uomini innamorati sono belli veri per davvero con quel loro cuore grande dal sorriso forte, il respiro sereno, le mani buone e i piedi che non inciampano la voce che non grida brutte parole, riescono a placarti le ansie avendo perso ognuna delle loro e non s’accorgono del tempo che […]

POKER D’INCUBI E’ AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO UN DOPPIO APPUNTAMENTO CON GIANLUCA PAVIA & LIE’ LAROUSSE – 2dR –

https://www.amazon.it/PokerdincubiDuediRipicca/dp/8893330644 Presso lo stand G130, Padiglione 2, Alter Ego Edizioni e Augh Edizioni fino al 22 maggio, e oggi alle 17:20 saremo ospiti con il Premio letterario Racconti nella Rete al “Superfestival” la prima vetrina dei Festival culturali ospitata all’interno della XXX edizione del Salone del libro di Torino. Saranno presenti il Presidente del Premio […]

MORBOSA CURIOSITA’ – POKER D’INCUBI – GIANLUCA PAVIA LIE’ LAROUSSE – 2dR

MA TU POKER D’INCUBI L’HAI LETTO? https://www.amazon.it/PokerdincubiDuediRipicca/dp/8893330644 E soprattutto… Quando ti nasce il dubbio che le ore scivolino via come sabbia tra le mani mentre costruisci castelli con carte che non vincono neanche una mano? Dove nascondi i dubbi, le ansie, i mostri? Nell’armadio, nella testa o sotto ad un letto di foglie in una […]

con la speranza affamata fuggiva indisturbata – 1886

Cantarellando, senza tremare, la prigioniera dalle mani logore raccolse tutte le cose polverose, i suoi denari di un’altra epoca, riguardò nell’angoli dove la sera già tesseva le sue tele d’ombra e tentò la porta vigilata dai ragni centenari, con la speranza affamata fuggiva indisturbata.  

“L’isola del dottor Moreau” H.G.Wells

…trovai quei gridi oltremodo irritanti; essi crebbero di profondità e d’intensità con l’avanzare del pomeriggio. In un primo momento facevano pena, ma il loro costante ripetersi finì per sconvolgere completamente il mio equilibrio. Scaraventai in un canto un volume di Orazio che stavo leggendo, e cominciai a stringere i pugni, a mordermi le labbra e […]

“Compagno di letture” Haruki Murakami a Raymond Carver

Haruki Ray e Tess Dissi a Ray: ” A volte percepisco i tuoi racconti  come fossero delle poesie e le tue poesie, a volte, come dei racconti”. Era così compiaciuto dell’osservazione che balzò in piedi e chiamò Tess: “Ehi, Tess, senti questa. Sai che ha detto?” E le ripeté le mie parole. Ray scrisse una […]

La novella seicentesca, l’inizio della tipografia editore.

Roma 27 marzo 2013 La novella del Seicento non continua l’eredità dell’impostazione boccaccesca che fino al Cinquecento si era conservata: tentativi di ripeterla o di rinnovarla falliscono mentre invece si afferma come significativa la tendenza a portare questo genere alla misura della conversazione come esempio, aneddoto ed epigramma. La Toscana, assente nel romanzo, è invece […]