Vagolàre di donna – L.L.

Opera fotopittorica di Alessandro Crapanzano Chissà se le sue dita sulle mie spalle, chissà se le sue labbra sul mio seno, chissà se l’odore del suo respiro qui, sul mio collo tra i miei capelli, chissà se l’animo suo fugge verso al desiderio intenso come lo stelo del fiore impavido in questa mano come la […]

“Niente parole d’amore per un fucile” Cesare Oddera

  Un fucile uccide Per questo è stato creato Non ha scelta Niente parole d’amore, per un fucile La sua bocca è tuono La sua lingua un lampo La sua voce è morte Solo questo sa dire Un fiore è bellezza disarmata, disarmante Bellezza che incombe alta al di sopra delle lame affilate dell’erba spada […]

“Ganimede” Johann Wolfgang Goethe

Se potessi tenerti tra queste braccia! Al tuo petto, ahimè, spasimo e languo, le tue erbe, i tuoi fiori al mio cuore si stringono. Tu rinfreschi la sete ardente del mio petto, dolce vento dell’alba, amoroso l’usignolo mi chiama dalla valle di nebbia. Eccomi! Vengo! Ma dove, ahimè, dove? In alto! in alto! lassù! Aeree […]

Cosa.Casa L.L.

voglio lasciare ogni Cosa tutte quelle Cosa che non servono proprio a niente – devo fare questa Cosa – aspetta non ho capito hai detto Cosa? – vali meno di questa Cosa – devo avere quella Cosa – questa Cosa è mia! infinità di Cosa d’abbandonare all’istante e correre al capezzale di quegli uomini e […]

“Il bambino ricorda” da il Dhammapada

Per quanto penetrante, il profumo del sandalo non si propaga contro vento. Ma il profumo della virtù raggiunge ogni angolo del mondo e si innalza fino agli dèi. Il loto profumato che al cuore dà allegrezza cresce nel fango sul ciglio della strada. Il saggio si muove nel mondo come un’ape, che dai fiori il […]

“Ghirlande di Anice” Alceo

Ghirlande di anice qualcuno mi ponga intorno al collo e dolce profumo mi versi abbondante sul petto. Sento la primavera venire con i suoi fiori. Presto, mescete nella coppa il vino più buono! Figlia del bianco mare e degli scogli incanti la mente dei fanciulli conchiglia marina dolcemente sorridente stella.

Vicente Huidobro “Canto II”

Eccomi qui tra mari spopolati Solo come la piuma che si stacca da un uccello notturno Eccomi qui in una torre di freddo Vestito del ricordo delle tue labbra sapide di mare Delle tue cortesie e della tua chioma Luminosa e disciolta come i fiumi che sgorgano dai monti Stavi forse per diventare cieca perché […]

Walt Whitman “Le più belle poesie”

Roma 24 marzo 2014 Ohimè! O vita! Ohimè! O vita! Per queste domande sempre ricorrenti, per la folla infinita di fedeli, per le città  piene di sciocchi, per il mio continuo rimproverarmi (poiché che è più sciocco di me e più infedele?), per gli occhi invano assetati di luce, per gli oggetti perfidi, per la […]