365 giorni, Libroarbitrio

“Gigli” Anna Achmatova

bimba e mare 

Ho colto gigli splendidi e profumati,
pudicamente chiusi,
come una schiera di fanciulle innocenti.
Dai tremuli petali, bagnati di rugiada
ho bevuto profumo, felicità, pace.

Il cuore batteva e tremava, come per un dolore,
i pallidi fiori dondolavano la corolla
di nuovo sognavano quella lontana libertà,
quel paese dove con te sono stata nei sogni…