365 giorni, Libroarbitrio

Eduardo De Filippo poeta, attore e commediografo (prima parte)

Roma 29 ottobre 2013

Eduardo De Filippo

E’ notte 

Tutt’è silenzio dint’a sta nuttata

nun se sente nu passo ‘e cammenà.

Nu ventariello tutta na serata

pare ca me vuleva accarezzà…

E finalmente chiagno! Tu non vide,

tu staje luntano, comme ‘o puo’ vedè?

Però t’ ‘o ddico pecché tu me cride

e si me cride, chiagne nzieme a me!

Scenne  stu chianto lento, doce doce,

nun aizo na mano p’ ‘asciuttà.

Io strillo pe’ te fa’ sentì sta voce,

ma tu non puo’ sentì…c’allùcco a ffa’?

Tutt’è silenzio…ncielo quanta stelle!

Affaccete, tu pure ‘e ppuo’ vedè:

songo a migliare, e saie pecché so’ belle?

Pecché stanno luntano, comm’ ‘a tte!

A domani

Lié Larousse

365 giorni, Libroarbitrio

Scherzi poetici e pittorici

Roma 13 maggio 2013

Commediografo, poeta, erudito, Giovanni Gherardo De Rossi nacque a Roma nel 1754.

Studiò lettere,giurisprudenza e disegno, ricoprì nella sua città le cariche di presidente dell’Accademia di Belle Arti del Portogallo, direttore dell’accademia Reale di Napoli e dal 1798 al 1800 fu ministro delle finanze nella Repubblica romana.

La sua competenza in campo artistico  è documentata dal saggio Memorie sulle belle arti, pubblicato nel 1788.

Testimoniano invece il suo interesse per il teatro le 16 commedie di stile goldoniano e i due studi Trattato dell’arte drammatica e Del moderno teatro comico italiano e del suo restauratore Carlo Goldoni.

Le raccolte Scherzi poetici e pittorici del 1795 ed Epigrammi, madrigali ed epitaffi rivelano grazia e gusto neoclassici.

Egli morì nel 1827.

Il narciso

T’offro un narciso, o bella;

questo fior come nacque

il sai, cara Nigella:

non appressarti alle acque.

A domani

LL