365 giorni, Libroarbitrio

.fuck reality. – Lié Larousse

fuck reality

2dR ART GALLERY @ THE PUBLIC HOUSE ROME, 365 giorni, Libroarbitrio

TANTA ROBA – Collettiva d’arte e scrittura alla 2dR ART GALLERY di GIANLUCA PAVIA & LIE’ LAROUSSE @THE PUBLIC HOUSE ROME

Locandina completa 2dR ART GALLERY
 
E’ un ballo a due,
tu e la vita,
o la morte.
Perciò, non essere rigido
e lasciati condurre
dai colori, dalle forme
e il loro ritmo.
E’ un incontro clandestino
tra luci e ombre,
distesi su linee sinuose
a farsi l’amore.
A farci spirito di una battuta
a caccia dell’invisibile,
dell’istante immobile,
immutabile
nel suo continuo divenire.
Fatti uno shot
che intanto l’Arte
può essere tante cose
e noi
conoscerne anche solo una parte
che comunque
è tanta roba!
 
 
Gianluca Pavia & Lié Larousse per la 2dR ART GALLERY al The Public House in via delle Tre Cannelle 8 , siete tutti invitati questo venerdì 24 novembre dalle ore 19:30 per l’inaugurazione e la presentazione della collettiva TANTA ROBA con gli artisti: Gabriele Ferramola, Antonio Conte artista popolare, Salvatore Graf, Jade Boissin, Alessandro Crapanzano, Nicola Lucioli Noa. Ospiti l’attore performativo Daniele Casolino e il poeta Andrea Zorretta. In collaborazione con il birrificio romano Eternalcity Brewing. Media partners dell’evento Urban Mirrors e Libroarbitrio.
 
365 giorni, Lié Larousse, Libroarbitrio

.a voler esserti non sono. – Lié Larousse

Claudia Giraudo Il dono di Icaro

.adesso per te
vorrei essere come te per me
capace
d’afferrare con forza tra le mani
il tuo viso sfatto e indolenzito
dal cuore abbattuto a caccia,
e sparare via il buio
imbrattandoti tutto di luce e pace
ma non sono capace
se non di starmene qui
da nessuna parte e dappertutto, per conto mio
e scrivere
di desiderare d’essere
chi non so essere.

365 giorni, Libroarbitrio

LUCA RAGAGNIN e la magia delle storie dei suoi libri – di Gianluca Pavia & Lié Larousse/2dR per Cultura & Spettacoli “Il Romanista”

Ragagnin quadrotto articolo

“Questo non è un vero inizio, è un falso inizio,
perciò non ti preoccupare, Prezioso Lettore,
se trovi delle divagazioni in ordine sparso e casuale, come questa,
già alla prima frase, una roba che rompe i maroni da subito subito,
e la divagazione è, Tu, che sono io, quello che scrive non quello che legge,
Tu te le ricordi le cose buffe
che hai trovato nei libri in trent’anni di letture forsennate?”

Inizia a scrivere così Luca Ragagnin, o forse no, non è un vero inizio, ma di sicuro Agenzia Pertica è il nuovo capolavoro letterario di un artista che della scrittura, prima ancora della lettura, ne ha fatto il suo obiettivo di vita. Poeta, romanziere, autore di testi teatrali e racconti, paroliere e autore di testi musicali per i Subsonica, Serena Abrami, Antonello Venditti, scrittore della trilogia musicale assieme ai Totò Zingaro Musica per Orsi e Teiere, composta dai dischi “Il fazzoletto di Robert Johnson”, “Salgari privato”, e “Fiodor”, di cui è autore di tutti i testi ha all’attivo 34 pubblicazioni con quest’ultimissima e coraggiosa stampa voluta dall’editore Miraggi Edizioni per la collana Scafiblù, che vuole con essa riportare in auge i letterati contemporanei, e soprattutto un messaggio disobbediente, anarchico, per lo stile e i contenuti, in quest’epoca editoriale. Uomo dall’animo solitario, Luca, scruta il mondo che lo circonda con scrupolo tenendosene il più a distanza, ma sa anche lasciarsi andare alla mischia, come in una serata romana, tra amici e fan, noi l’abbiamo incontrato e proprio questo è accaduto durante il tour nazionale che lo ha visto impegnato, assieme all’amico ed editore “Chef Mendo” e la sua KITCHEN MON AMOUR uno show cooking & food experience

CHEF MENDOLICCHIO - KITCHEN MON AMOUR

 

che li ha portati a sostare per una lunga tappa a Roma, noi l’abbiamo incontrato e intervistato proprio mentre improvvisava una presentazione accompagnata dalla performance culinaria dello Chef Mendolicchio, e tra un assaggio e un bicchiere di wodka, bevanda preferita di uno dei mirabolanti personaggi del suo romanzo, ha saputo catturare anche l’attenzione di turisti austriaci tanto da vederli salire sul palco del The Public House per leggere in un italiano estemporaneo di Zappa, la merla indiana e parlante approdata in Italia con la sua Venus Diomede, bionda mozza fiato praghese, che fa perdere la testa a Domizio Pertica scrittore fallito protagonista del romanzo, ma di altri personaggi che si susseguiranno nella fantasmagorica avventura di aprire un’improbabile agenzia investigativa, e come andrà a finire? Come può andare a finire qualcosa che non è mai iniziato come dice l’autore? E ci ha raccontato di quanto ami leggere e ascoltare musica, delle notti insonne, delle serate brave tra gente dello star system, della sua Torino, la radio, le librerie, la visita a Pasolini ad Ostia, e prima di rimettersi in viaggio per la tournée ci ha confidato << Grazie ad un personaggio burbero come Domiziano Pertica, e isolazionista, ho conosciuto persone meravigliose durante questo tour. E’ la magia delle storie dei libri: come i cannocchiali portano vicino la linea dell’orizzonte, ma a volte anche il contrario>> .

“Un giorno finirà, non è vero?
Un cavatappi. Che cosa finirà?
Toh, una lettera. Con ceralacca. La festa intendo, la festa finirà prima o poi, giusto?
Secondo me è merda di gatto, non ceralacca. La festa è già bella che finita, per questo va avanti. Anch’io ho trovato un pezzo di carta pieno di parole. C’è scritto «Sabato 28 dicembre Santi Innocenti».
Se è finita è finita, no? Scusa la semplicità, un sacchetto di prezzemolo, così, fuori stagione, secondo me sono pazzi, ma poi che cazzo di festa è questa, dimmelo tu.”

Agenzia Pertica di Luca Ragagnin,
Miraggi Edizioni, collana SCAFIBLU’,
176 pagine, 16€

Agenzia Pertica - cover

 

Credits:

http://www.ilRomanista.eu
http://www.libroarbitrio.com
2dR official photographer Gabriele Ferramola – http://www.gabrieleferramola.it
duediripicca@yahoo.com

365 giorni, Libroarbitrio

SEI SENZA SPERANZE? I TUOI SOGNI SONO INCUBI? CI SIAMO QUI NOI! – 2dR

copertine libri 2dR

SEI SENZA SPERANZE? I TUOI SOGNI SONO INCUBI?
CI SIAMO QUI NOI PER TE:

Spietate speranze https://www.amazon.it/Spietate-speranze-Gianluca-Pavia/dp/8899815445

Poker d’incubi https://www.amazon.it/Poker-dincubi-DuediRipicca/dp/8893330644

.Lié. https://www.amazon.it/Li%C3%A9-Larousse/dp/8899815429

Gianluca Pavia Lié Larousse DuediRipicca/2dR

PER INFO E APPROFONDIMENTI
WEB:
www.libroarbitrio.com
FACEBOOK: Duediripicca , Libroarbitrio

PRESS & COMMUNICATION
MOBILE: 3295689836 / 3391806455
E.MAIL: duediripicca@yahoo.com

365 giorni, Libroarbitrio

Le poesie di Gianluca Pavia & Lié Larousse /2dR in mostra per la Forestale – Cultura & Spettacoli articolo sul quotidiano Il Romanista

22449460_823486517812463_1475366938_o

Ringraziamo Pier Paolo Mocci Responsabile Cultura & Spettacoli del quotidiano Il Romanista per l’articolo che ci ha dedicato oggi, con l’occasione vi anticipiamo che dai prossimi lunedì troverete una rubrica tutta dedicata a scrittori ed editori, alle ultime uscite in libreria, alle piccole librerie indipendenti, alle book gallery e tanto, tanto altro, curata dai noi!
Intanto per tutti coloro che ieri non sono potuti venire alla mostra
“OCCHIO ALLA NATURA” Esposizione fotografica e poetica
per inaugurare un ciclo di appuntamenti dedicati alla Natura col nome I Martedì Forestali presso lo spazio Comando Unità Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare Carabinieri in
via Antonio Salandra 44, Roma vi consigliamo di andare a visitare e conoscere le meraviglie paesaggiste del nostro Paese ammirandole attraverso le immagini dei tre artisti fotografi in mostra: Gabriele Ferramola, Stefano Rossi e Paolo Loli.

DuediRipicca GianlucaPavia Lié Larousse 

365 giorni, Libroarbitrio

Follia -Patrick McGranth

book-del-2001

Come aveva potuto non rendersene conto?
Come era stata stupida, e impulsiva, e ingenua.
A volte ripensava alla sua vita di prima, al manicomio e a quello che adesso rappresentava per lei, una specie di luogo remoto e vagamente irreale dove splendeva sempre il sole e l’ordine regnava sovrano, dove ognuno aveva un posto preciso, e nessun desiderio: un castello abbarbicato su uno sperone di roccia, e fra le sue mura sicurezza e abbondanza.
Era un’illusione, lo sapeva, ma abbastanza plausibile, e poter pensare a un luogo sicuro le dava sollievo; che poi esistesse solo nella sua mente aveva un’importanza relativa. Più tardi le sarebbe sembrato a dir poco curioso considerare un’isola felice proprio il posto da cui lei e Edgar avevano scelto di fuggire, finendo per cercare sicurezza, calore e abbondanza in una strada di magazzini abbandonati.

365 giorni, Libroarbitrio

Capire l’impostore – Javier Cercas

L. foto scattata da Ed 2001

Dell’ingenua ma ragionevole fiducia nella dignità umana.

Chi di noi non è un commediante?
Chi potrebbe negare che la vita quotidiana di ciascuno sia un mix inestricabile di recita e autenticità, di messinscena e adesione sincera alle cose?

Il punto è un altro.

Quando è caduto il velo dell’impostura cosa è rimasto?