365 giorni, Libroarbitrio

. volevo abbassare le armi e invece dovrò spararmi. – Lié Larousse

Takato Yamamoto

 

.della confusione mentale
te che ne sai?
quando credi d’aver messo tutto in ordine
nella testa, e invece una stilettata di follia
e la sua vertigine, e il cervello si disordina
disorientato
non capisci più nulla, del nulla
te che ne sai?
quando è così vuoto da riempirti fino all’orlo
e poi quello trabocca
come il bicchiere di troppo
in una finita nottataccia di troppo
sveglio invischiato da troppo
ed è davvero tutto, troppo
troppo più grande di te
come tutte le botte, i calci, le rese, le risa, le risse,
tutto accaduto per tutto e per niente, e del tutto e del niente
te che ne sai?
E poi volevo
credimi, lasciarmi stare
e invece no
“chi muore senza lasciar alcun segno è come se non fosse nato”.

Annunci
365 giorni, Libroarbitrio

“Il bene più alto è come l’acqua” di Lao-tzu

Lao-Tzu

Il bene più alto è come l’acqua.
L’acqua si prodiga per tutte le creature
senza gareggiare
e abita luoghi che l’uomo detesta.
Perciò essa è simile al Tao.

Nell’abitare è bene restare vicino alla terra.
Nel meditare è bene entrare in fondo al cuore.
Nel dare è bene essere come il cielo.
Nel parlare  è bene essere sincero.
Nel governare è bene essere giusto.
Nel trattare gli affari essere competente.
Nell’agire è bene essere tempestivo.

Astieniti dal competere e sarai impeccabile.

da Tao-te ching

Il buono non pretende di avere ragione,
chi pretende di avere ragione non è buono

 

365 giorni, Libroarbitrio

Seneca “Il Tempo” (IV parte)

Roma 8 marzo 2014

Uomo. Scoperta. Morte. Desiderio di mettere fine. Per il fine maggiore prossimo. Rinascere. Nuovo. Uomo.
L.L.

Cristo

Seneca
Il tempo IV

Molti uomini grandissimi a un certo punto
si liberano  da tutti gli impegni, rinunciano a
ricchezze, incarichi, piaceri, e fino all’ultimo
giorno non pesano ad altro che ad imparare a
vivere; ma di essi i più escono dalla vita
confessando di non sapere ancora vivere…
L’uomo grande, credimi,
quello che sa stare al di sopra degli errori umani
non permette che gli si porti via neanche
un minuto del tempo che gli appartiene,
e proprio per questo la sua vita è lunghissima,
perché è stata tutta a sua disposizione
dal principio alla fine.

A domani
Lié Larousse