365 giorni, Libroarbitrio

DIARIO INTERIORE – La Mascherina – Covid-19 una nigredo collettiva – di Sara Teodori

Diario interiore del 13/03/2020 – Tempo di quarantena.

Sara Teodori - La maschrina - fotografia di Sara Teodori

 

La mascherina.

In questo momento storico è il bene più ricercato in assoluto.
Il Santo Graal degli anni duemila.
Tutti la vogliono, tutti la cercano disperatamente,
perché sembra possa essere l’unico mezzo per salvarci.
Ma salvarci da cosa?
Dal Covid-19 o da qualcosa di più profondo, di più radicato?

 La maschera è un simbolo antico, si pensa che fosse in origine un oggetto di difesa con lo scopo di atterrire il nemico. La maschera da guerra, del resto, si può ritenere logicamente derivata dalla pittura del viso e del corpo, la quale non può avere alcuno scopo se non quello di protezione magica. Come non pensare anche ad Halloween e alla tradizione di indossare una maschera spaventosa che allontani gli spiriti cattivi. E forse è questo che tentiamo di fare con le nostre mascherine, tentiamo di atterrire il virus, spaventandolo con la nostra maschera magica.

La Maschera è anche l’oggetto di potere di uno degli Dei/Archetipi più spaventoso dell’olimpo/inconscio collettivo: Ade, il re degli Inferi. La maschera di Ade gli donava l’invisibilità, attraverso la quale poteva esercitare il potere di spogliarsi della propria identità per assumerne diverse altre, così numerose che forse a conti fatti non ne aveva nessuna.  Il vantaggio di indossare di volta in volta una maschera diversa gli forniva l’opportunità di rendersi invisibile e di trasgredire alle regole poiché era consapevole che sarebbe rimasto impunito.  Ade conosce due grandi limiti: quello del tempo imposto dal padre Crono e quello dello spazio espresso simbolicamente dalla madre terra Rea. Essendo però figlio di questi limiti osa trascenderli soprattutto per quanto riguarda il luogo in cui era stato relegato.

E non è forse quello che facciamo noi oggi? La maschera ci sta permettendo di trascendere i limiti del tempo e dello spazio, non dobbiamo andare a lavoro, non dobbiamo uscire, abbiamo un tempo rubato in uno spazio definito su misura per noi, oro prezioso caduto dal cielo (o dagli inferi?) che possiamo utilizzare per fiorire, evolvere e guardare in faccia le nostre ombre.

Ad Ade è stato assegnato il compito di prendersi cura di ciò che viene represso ed occultato, dei segreti, delle vergogne, delle pulsioni oscure, delle emozioni negative, dei rimpianti e delle paure. E noi siamo qui, in pieno regno di Ade, a guardare dritte in faccia le nostre paure, con la nostra mascherina, tentando di allontanarle, tentando di esorcizzarle. E’ un occasione rara per l’umanità, l’occasione di portare a coscienza il marciume, di portare in luce l’occultato, di trasformarlo. Come alchimisti dell’anima, abbiamo la possibilità di affrontare insieme una nigredo collettiva, di morire a noi stessi e rinascere come gli esseri umani che siamo destinati ad essere. Non è un caso che tutto questo stia accadendo poco prima di Pasqua, in tempo di quaresima, in tempo di morte, in tempo di Ade. Se saremo in grado di affrontare collettivamente le nostre zone oscure sarà possibile avviare un globale processo di trasformazione e rinascita, realizzando una conoscenza più profonda di sé. Con grande sforzo ed impegno si possono intravvedere i contorni della ricostruzione della propria identità, della rettificazione e del risanamento. Quindi ritornando alla domanda iniziale, da cosa può salvarci la nostra mascherina per davvero? Da noi stessi, dai condizionamenti che abbiamo, dal bagaglio di sovrastrutture che non riusciamo a lasciare andare e dalla menzogna che ci raccontiamo ogni giorno. Ade attraverso la maschera perde la propria identità per assumere quella del Dio che rappresenta.

Ed è quello che possiamo fare anche noi,
indossare la maschera per perderla
e finalmente identificarci con il divino che è in noi.

****

CONTACT OF

365 giorni, Libroarbitrio

Lettera agli Italiani – poesia di Er Pinto

Lettera agli Italiani - poesia di Er Pinto

Er monno inizia quando tutto è fermo
Perché co’ ‘e bocce ferme se ragiona
Appiccicati a un libro o a quarche schermo
Se po’ pensa’ a chi semo de persona

C’è chi c’è annato contro ‘a ‘na Corona
Prima che diventasse malattia
Chi sempre più ribelle s’emoziona
Lottando con pensieri e fantasia.

Sembra che ‘sto microbo virale
Che obbliga a divide le persone
Ce sta a dà ‘na lezione naturale:
Che pure da divisi, serve unione

Mò damo più valore alla nazione
Ce stanno più Mazzini e Garibaldi
De Cura e Sanità semo nozione
Distanti ma co’ i nervi belli saldi

Abituati a strigne la cintura
Saremo er vecchio saggio dell’Europa
Armati de Sapienza e de Cultura
Ar monno damo ‘a Briscola e la Scopa

Ma quanno finirà ‘sta pestilenza
E c’ameremo ancora per la strada
Nun se dimenticamo l’importanza
De non discrimina’ comunque vada

De aiutasse sempre tra le razze
De non pensa’ che non semo capaci
De apri’, le porte, i porti, le terrazze
De esse meno duri e più tenaci

Non fasse riconosce come quelli
Da “Pizza, Mare, Mafia e Mandolino”
Del Bel Paese siamo esempi belli
Che inducono al rispetto del vicino

Valorizziamo l’arte, la bellezza
Vantiamoci di storia e di passione
La simpatia e la nostra brillantezza
Senza dar segno di maleducazione

Ridamose ‘na mossa ai piani alti
Velocizziamo l’amministrazione
Facciamoli in avanti questi salti
Italia, è tempo di resurrezione.

© Er Pinto
Marzo 2020
Instagram: @erpinto_
https://erpinto.it/lettera-agli-italiani/

Potete acquistare il libro  IL PESO DELLE COSE di Er Pinto al link di seguito
https://erpinto.it/i-miei-libri/

365 giorni, Libroarbitrio

TORNEREMO – poesia di DuediRipicca – Lié Larousse – Gianluca Pavia

Georges_Seurat_-_Un_dimanche_après-midi_à_l'île_de_la_Grande_Jatte
 
Torneranno gli abbracci
le capriole su un prato
fare insieme le quattro
due chiacchiere e
un bicchiere via l’altro.
Ci sarà musica dalle case
per le strade, accordi
s’incontreranno di nuovo
come i bambini gli amici sul lungomare
le madri tirate da cani il doppio di loro
i nonni, seduti pigri, che ripetono:
– belli miei, tutto questo è oro.
Sono sempre qua
non li abbiamo persi
solo messi da parte,
tipo il servizio di zia, quello buono
e quando sarà andato tutto bene
quando sarà il momento
tireremo fuori felici
i nostri sorrisi leggeri
i segreti sussurrati all’orecchio
lo stringerci la mano
stringerci più forte, più forti
parlarsi guardandosi negli occhi
diamanti fragili come bicchieri
grezzi
come ginocchia sbucciate
inseguendo un pallone.
Torneremo noi
pronti a fare festa,
ad annoiarci alle feste,
a schivare la gente
per libero arbitrio
e non per un decreto,
e con noi tornerà la voglia,
il bisogno di toccarsi
annusarsi
baciarci
le labbra, l’anima
senza paura di farci male
senza chiedere: – si può fare?
Torneremo
perché non ce ne siamo mai andati
perché non ci siamo mai arresi.
 
DuediRipicca – Lié Larousse – Gianluca Pavia
George Seurat – Una domenica pomeriggio sull’isola della Grande-Jatte
365 giorni, Libroarbitrio

SIAMO SIMILI – DuediRipicca

Campo di grano con cipressi 1889 VAN GOGH

Siamo simili, simili
nei nostri lividi
e limiti,
abili
a creare nuovi alibi
albe di un dì
tutto fragore e furore…
…esprimendo in rime
il disagio distratto
di un ingranaggio distrutto.
Basta tornare umani
per avere ancora un domani,
un futuro in attesa
senza colpo patire,
restare o partire
non fa differenza
ciò che conta è l’essenza
della nostra presenza.

DuediRipicca – SIMILI
Vincent Van Gogh – CAMPO DI GRANO CON CIPRESSI

Un #DuediRipicca al giorno alleggerisce la quarantena attorno

Andiamo avanti nonostante tutto, facendo e dando il meglio di noi, e come sempre e da sempre facciamo arte, letteratura, musica e chiacchiere assieme, da qui e sul nostro www.libroarbitrio.com

Lié Larousse Gianluca Pavia Libroarbitrio
#presenza #poesia #365giorni #libroarbitrio

365 giorni, Libroarbitrio

.più forte. poesia di Lié Larousse

ferdinando di Sarro - Lié Larousse

.in questi giorni difficili
stronzi, bastardi e tristi
stringi gli abbracci più forte
respira più forte
cammina più forte
corri più forte
cadi più forte
rialzati più forte
splendi più forte
ridi più forte
osserva più forte
parla più forte
scrivi più forte
ama più forte
vivi,
vivi più forte.

da #lavitacomunque di Lié Larousse
Acquerelli e matite su foglio artistico dello spettacolare Ferdinando De Sarro – Ferdinando De Sarro – Disegnatore

Per chi si volesse collegare ci vediamo domani in diretta live da Radio Città Aperta alle ore 16:00

.viviamo, viviamo più forte.
A domani 

365 giorni, Libroarbitrio

.Italia mia. – Lié Larousse

 

Lié Larousse .la vita comunque.

.e niente,
niente strette di mano, ci dicono,
niente teatri, niente cinema, niente bar
niente folle accalcate sparse tra folli,
quelli che siamo noi, adesso, oggi, domani
che abbiamo deciso di baciarci
e sorriderci, e stringerci più forti
anche se di questi giorni lontani
ma nonostante tutto tutti assieme,
tutti uniti in questa città,
che è il nord, che è il centro, che è il sud,
che è tutta casa nostra, un’unica terra
lo stesso azzurro cielo.

Lié Larousse

.
Ringrazio il mastodontico orso bruno Gabriele Ferramola che per una volta ha ceduto alla mia richiesta di farmi uno scatto con un sorriso. Ridere e sorridere riempie vuoti, anima e cuore, sorridete, sorridiamo sempre!

#lavitacomnque
Reading & Concerto – Bestseller Books presenta poeti e canzoni

365 giorni, Libroarbitrio

Roma Tre Radio – Femminism 3

L'immagine può contenere: 1 persona, testo

Feminism 3. Fiera dell’editoria delle donne risulta annullata a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (coronavirus).
Ne parliamo oggi a #Dickens che ritorna in diretta alle 17 su https://radio.uniroma3.it/
In studio Maria Palazzesi di Herstory Femminismo a Roma – by Archivia e Maria Rosa Cutrufelli che ci presenterà anche il suo nuovo libro “L’isola delle madri” edito da Libri Mondadori
In collegamento telefonico, Lié Larousse ci porterà nella serata Reading & Concerto – Bestseller Books presenta poeti e canzoni che si terrà il 6 marzo alla RED la Feltrinelli Tomacelli

365 giorni, Libroarbitrio

NUOVE USCITE 2020 – FIRMACOPIE La Feltrinelli Marconi – Gli autori Larousse & Pavia portano la poesia in libreria!

 

firmacopie Feltrinelli Marconi - Larousse - 2dR- Pavia

In attesa della Premiere del 6 marzo :Reading & Concerto – Bestseller Books presenta poeti e canzoni  , questo pomeriggio e quello di domani, gli autori Lié Larousse e Gianluca Pavia saranno alla la Feltrinelli di Viale Marconi, #roma .
Vi racconteranno delle nuove poesie, dei progetti futuri, del nuovo editore e di tante altre cose belle

365 giorni, Libroarbitrio

READING & CONCERTO – BESTSELLER BOOKS presenta i suoi nuovi autori Lié Larousse e Gianluca Pavia in una serata evento Poeti & Canzoni

cropped-fb-page-post-link-opti.jpg

****PERCHÉ NONOSTANTE TUTTO C’E’ SEMPRE BISOGNO DI POESIA E MUSICA NELLE NOSTRA VITA!****

Perciò eccoci:
Reading & Concerto – Bestseller Books presenta poeti e canzoni

Venerdì 6 marzo verso le 19:00 circa, saremo alla RED la Feltrinelli Tomacelli per la presentazione dei nostri nuovi libri , e per l’occasione vi regaleremo una serata di inediti poetici e musicali tutti da scoprire.
Ad accompagnarci la voce più grintosa e emozionante dell’ultima epoca romana: quella del grande Emilio Stella.

****Ospite Er Pinto che ha curato la presentazione del mio libro .la vita comunque. ****

Ringrazio l’editore Bestseller Books & Co. e tutto lo staff che da Milano nonostante le restrizioni per il #coronavirus stanno lavorando per noi!
Grazie al nostro instancabile Adriano Sgobba Anomalia – Ufficio Stampa e Social Network
Grazie agli sponsor Francesco Coppola #artburé e #celda

Tutte le info nel link dell’evento👇
Reading & Concerto – Bestseller Books presenta poeti e canzoni

CONTATTI
Casa Editrice: bestsellerbookseco@gmail.com
Ufficio Stampa: Anomalia – Ufficio Stampa e Social Network
Adriano Sgobba: anomalia.socialpress@gmail.com – 3426763238

RED – FELTRINELLI – ROMA
Roma, via Tomacelli 22,23,24,25
Telefono: 06.69347261

#WHISKEYESODACAUSTICA Gianluca Pavia
#lavitacomunque Lié Larousse

365 giorni, Libroarbitrio

I libri della settimana – Bestseller Books

Anomalia – Ufficio Stampa e Social Network

Solo una settimana fa la Bestseller Books & Co. ha pubblicato due raccolte di #poesia .𝗹𝗮 𝘃𝗶𝘁𝗮 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗾𝘂𝗲. di Lié Larousse e 𝗪𝗵𝗶𝘀𝗸𝗲𝘆 & 𝗦𝗼𝗱𝗮 𝗖𝗮𝘂𝘀𝘁𝗶𝗰𝗮, 𝗱’𝗮𝗺𝗼𝗿𝗲, 𝗱𝗶 𝘃𝗶𝘁𝗮, 𝗺𝗼𝗿𝘁𝗲 𝗲 𝗮𝗹𝘁𝗿𝗶 𝗰𝗮𝘀𝗶𝗻𝗶 di Gianluca Pavia…il 6 marzo celebreremo questi progetti con un #evento speciale di cui presto sveleremo i dettagli!

.matrioska. di Lié Larousse

.𝘴𝘦 𝘲𝘶𝘦𝘴𝘵𝘢 𝘵𝘶𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘢
𝘪𝘯 𝘶𝘯𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘢 𝘴𝘪 𝘢𝘱𝘳𝘪𝘴𝘴𝘦
𝘶𝘯𝘢 𝘥𝘦𝘯𝘵𝘳𝘰 𝘶𝘯’𝘢𝘭𝘵𝘳𝘢
𝘦 𝘥𝘦𝘯𝘵𝘳𝘰 𝘲𝘶𝘦𝘴𝘵𝘢
𝘶𝘯’𝘢𝘭𝘵𝘳𝘢 𝘢𝘯𝘤𝘰𝘳𝘢
𝘷𝘪𝘵𝘢 𝘴𝘶 𝘷𝘪𝘵𝘢
𝘵𝘢𝘯𝘵𝘦
𝘲𝘶𝘢𝘯𝘵𝘦
𝘷𝘰𝘳𝘳𝘦𝘴𝘵𝘪 𝘷𝘪𝘷𝘦𝘳𝘤𝘪 𝘥𝘦𝘯𝘵𝘳𝘰 𝘦 𝘢𝘴𝘴𝘪𝘦𝘮𝘦
𝘮𝘢 𝘲𝘶𝘢𝘯𝘵𝘰 𝘱𝘦𝘤𝘤𝘢𝘵𝘰 𝘪𝘯𝘷𝘦𝘤𝘦
𝘤𝘩𝘦 𝘲𝘶𝘦𝘴𝘵𝘢 𝘵𝘶𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘢
𝘵𝘶 𝘭’𝘢𝘣𝘣𝘪𝘢 𝘤𝘩𝘪𝘶𝘴𝘢
𝘪𝘯 𝘶𝘯𝘢 𝘷𝘪𝘵𝘢 𝘴𝘰𝘭𝘢
𝘦 𝘣𝘢𝘴𝘵𝘢.