Non brucerò il suo ritratto – Leonardo Sinisgalli

nella mia testa

Restano sempre le cose più insignificanti a sopravvivere,
fourrures, souvenirs,
l’amante che ti morde l’orecchio,
il più sciocco,
il più vecchio,
ti gira intorno,
ti guarda morire.
L’amore arrivò davanti a me
come un dannato.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...