Non sono usurpatore – Ferdinando Tartaglia

Anne Bachelier

Gioca il tuo giro Dio
getta i tuoi dadi
sulla mia gola chiusa di silenzio.
Ma quando parlerò
tu Dio sta attento
cose dirò che non immaginavi
e se non correrai svelto ai ripari
dovrai cambiare oltre ogni cambiare.
La tua carta non dà più la figura.
Non ne possiamo più, il mondo crepa.
Io non sono contento: non m’appaghi.
Nero ti legherò
vecchie le braccia
ti porterò dove non sai entrare.
Dolce dirò: dammi il tuo fare Dio.
Sono venuto apposta per rifare.
Non lamentarti. Non voglio la procura.
Non sono ellissi di demonio o stroscia.
Io non estorco, non ci metto forza.
Io non baro, non sono mentitore.
Non sono usurpatore: sono amore.
Se non sei Dio, allora io sarò Dio.
Se tu non ci sai fare, io farò tutto.

Annunci