dell’acqua, d’oscuro – M.R.Rilke

L.L. scatti per Libroarbitrio
Poiché il bello non è nulla,
null’altro che, del terribile, principio che noi appena sopportiamo ancora,
e tanto lo ammiriamo, perché esso disdegna, quieto,
di distruggerci.
Un angelo, uno qualunque, è terribile.
D’oscuro singulto. Ah, chi siamo capaci
mai di usare?
Non uomini, non angeli
– Oh e la notte,
la notte, quando il vento carico dello spazio cosmico
ci corrode il viso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...