365 giorni, Libroarbitrio

“Paesaggio” di Umberto Fiori

Roma 3 febbraio 2014

Umberto Fiori

Non questa luce
sull’inceneritore,
non queste case grandi
e tutte a spigoli:
il tuo castigo sono le ore
che senti il sangue scorrere
come a rovescio,
e sei fermo sull’angolo
e vedi il paesaggio che ti sfugge,
viene, brilla e si svuota
come in uno specchietto retrovisore.

Da Esempi 
Marcos y Marcos, 1992

A domani
Lié Larousse

1 pensiero su ““Paesaggio” di Umberto Fiori”

I commenti sono chiusi.