DALLA RIVA, CON GLI OCCHI – 2dR/ DuediRipicca

frida and van gogh - jermaine rogers

Sai, pensavo che non so,
che posso solo immaginare
ma non so
se nei locali ti piace ballare
o startene in un angolo
a trasudare alcol,
acidi e cattivi pensieri.
Non so come ti piace il sesso,
se duro e violento
o semplicemente lento
se preferisci la notte
o il giorno,
il cinema d’autore
o il porno.
Non so su quale stazione
ti sintonizzi,
se cambi in continuazione
o resti sempre uguale,
se ami nuotare
immerso nell’acqua
o se nuoti il tuo mare
dalla riva, con gli occhi.

Dalla riva, con gli occhi,
alla radio solo interferenze
mentre canto solo
in una stanza.
L’amore lento ma deciso,
il drink forte ma secco,
la notte buia e tempestosa
è un ottimo cliché,
ma adesso parlami di te
delle tue angosce, delle paure
dei mostri nell’armadio
e di quelli nella testa,
perché rinunci sempre
ad essere te stessa,
luna pallida nell’aria fragile
e visto che ci sei
il finale trovalo te
che sei più brava di me,
sei musica vera
mica un bluff, come me.

2dR

DuediRipicca

#FRIDAEVANGOGH #JERMAINEROGERS #miraggiovunque#pokerdincubi

Acquista il libro:
https://www.amazon.it/Poker-dincubi-DuediRipic…/…/8893330644

Annunci

. volevo abbassare le armi e invece dovrò spararmi. – Lié Larousse

Takato Yamamoto

 

.della confusione mentale
te che ne sai?
quando credi d’aver messo tutto in ordine
nella testa, e invece una stilettata di follia
e la sua vertigine, e il cervello si disordina
disorientato
non capisci più nulla, del nulla
te che ne sai?
quando è così vuoto da riempirti fino all’orlo
e poi quello trabocca
come il bicchiere di troppo
in una finita nottataccia di troppo
sveglio invischiato da troppo
ed è davvero tutto, troppo
troppo più grande di te
come tutte le botte, i calci, le rese, le risa, le risse,
tutto accaduto per tutto e per niente, e del tutto e del niente
te che ne sai?
E poi volevo
credimi, lasciarmi stare
e invece no
“chi muore senza lasciar alcun segno è come se non fosse nato”.

Presentazione del nuovo libro di Andrew Faber “d’Amoe. di Rabbia. di Te”

“In un mo(n)do o nell’altro
io e te, ci si dovrà incontrare”

copertina Andrew Faber

E allora incontriamoci tutti questa sera a Roma
alla presentazione del nuovo libro di Andrew Faber
“D’amore. Di rabbia. Di te”
edito da Miraggi Edizioni
dalle ore 21 alle 23
al MONK
via Giuseppe Mirri, 35

 

per maggiori info collegatevi al link dell’evento
Andrew Faber “D’amore. Di rabbia. Di te” // Giardino di MONK

.LaRossa. – di Lié Larousse per l’opera pittorica di Antonio Conte

La Rossa di Antonio Conte per Lié Larousse

.la vedi, sai guardarla,
fuori dal corpo
le scivola l’anima incandescente
ai piedi della notte
in un’ombra iridescente
per impossessarsi di tutto di tutti,
d’altro e dell’altrove,
d’altronde, sorridi
perché di lei
t’accarezza ancora il pensiero
eccitato
come soffia leggero il vento al tratto
attratto
sulla tua tela i suoi colori
scolpisci
il ricordo tanto presente ora
che pare sia qui ancora
e non essere invece
appena passato
e pensa
se non fossi passato
non avresti
questo liquido
estroso dolce piacere dipinto
bello
su di lei.

Lié Larousse

DuediRipicca
poesia di Lié Larousse per l’opera pittorica
#LAROSSA di Antonio Conte

.la vita semplice. – Lié Larousse

_ACH2658

.t’ho sognato la scorsa notte
– Ahò! Fragolina vieni qui!
e io sono corsa da te,
m’hai presa in braccio
ridevi forte,
le mani gonfie, lo sguardo potente
sembravi felice
proprio come quando
quel giorno passeggiando
m’hai detto sorridendo
– è la vita semplice a piacermi.

PICCOLE COSE – GIANLUCA PAVIA – MIRAGGI EDIZIONI

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Lo so
ti senti giù
e un senso non lo trovi.
Ti capisco
i sorrisi della gente
bruciano sotto pelle
e tu non sei più in grado
di farti un caffè,
non sai neanche
se ti sia mai piaciuto
il caffè.
La scarpa destra
al piede sinistro,
piede che centra puntuale
lo spigolo maledetto.
Resta pure così,
in posizione fetale
e riparti dalle piccole cose.
Un sorriso per caso,
il profumo di resina dopo il temporale,
quello di sesso dopo la resa.
E se ce la fai
evita gli spigoli.

Gianluca Pavia
DuediRipicca
#SPIETATESPERANZE Miraggi Edizioni
#BRALTBRALDS

 

Acquista la tua copia del libro
SPIETATE SPERANZE
di Gianluca Pavia
edito da Miraggi Edizioni
in libreria o al link di seguito
http://www.miraggiedizioni.it/prodotto/spietate-speranze/

.birra, polvere e bestemmie, da qui. – Lié Larousse – Miraggi Edizioni

mucha_job_cigarette_papers_poster-1417985518E00AC98EC

.bevi birra
polvere e bestemmie
e a starti a guardare 
da qui
seduta a terra
di fianco al frigorifero e al mocio
mentre metti due sottilette
e una fetta di fesa di tacchino
in un piatto scheggiato
la mia vita sgangherata
e tutta disorientata
m’accorgo
che se non me ne accorgo
riesco a viverla
da qui,
e se sto male
ma se non mi prende a male
quanto mi piaci che se resto in bilico,
se poi precipito, se mi faccio cenere
non mi respingi, né mi spargi,
ma mi fumi e mi mastichi lento
qui,
e se semplicemente se
non lacrimo sangue
non sferro ansie
non dico ma vivo
d’improvviso
questa vita
qui.

Lié Larousse

DuediRipicca Miraggi Edizioni
#MUCHAJOBANDCIGARETTES
#liélarousse per #miraggiovunque

ALMENO FACCIAMO PRIMA – Gianluca Pavia

Marc_Chagall_-_L'Anniversaire__1923___14_850_000_(19900517__Sotheby's__Lot_38)

Sai, credo che mi sto proprio
inanmora…
intammora…
non ce la faccio neanche
a scriverla,
quella parolaccia.
Ma nella carne
tra vene, strati epidermici
e valvole mitriali
so che è lei.
Sì, è lei la mia donna
mi si è già rannicchiata dentro
e non avrò altra donna
al di fuori di lei,
come lei non avrà altro letto
al di fuori del mio letto,
con la nostra sudata sindone
impressa a fuoco dagli umori.
La chiamo, devo dirglielo:
– ciao,
sai credo che mi sto proprio
immarotan…
intramoran…
non ce la faccio
– cosa? che cosa mi vuoi dire ?
– niente, vengo a baciarti
almeno facciamo prima.

DuediRipicca Miraggi Edizioni Alter Ego Edizioni
#MARCCHAGALLLANNIVERSAIRE

Muto – Andrew Faber

Fabian Perez

Non ti ho dimenticato,
e vedi,
non ti sto cercando,
perché so che non ti troverei,
e mal sopporto di girarmi, 
per andare via,
e mal sopporto la lontananza delle stelle,
rimanere ad osservare per ore,
e poi,
raccogliere soltanto una scia.
Non ti ho dimenticato,
e vedi,
non ti sto cercando,
perché so che non ti troverei,
sai nasconderti bene,
come i gatti che osservano non osservati,
e non sai mai se salteranno da terra,
per una nuova altezza,
o per mostrare,
indifferenti,
tutta la loro bellezza.
E allora vorrei di nuovo incontrarti,
e chiedo al ‘caso’ di cercarti per me,
come la prima volta è stato,
quando il tempo si distrae, può succedere di tutto,
perfino ritrovare un ricordo,
o una lontananza,
che l’unità di misura è il desiderio
e non la distanza.
Cosa vuoi sapere di più,
d’un qualcosa che non è neppure un saluto.
Cosa vuoi sapere di più,
d’una parola sacrificata,
di questo tacere.. muto.

#nonhoancorauccisonessuno
Miraggi Edizioni

.essere solo un uomo non è essere solo uomo. – Lié Larousse

christian-schloe-illustration-02

.lasciati carezzare
da lei
che ami tanto
lasciati stringere il cuore
nei suoi occhi che ti ridono
cerca ristoro
dal suo corpo quando balla per te
lasciati abbracciare baciare
e vedrai
che lasciarsi amare
non fa poi così male.

L.L.

DuediRipicca Miraggi Edizioni
#lielarousse per #miraggiovunque
#CHRISTIANSCHLOEART